Menu Chiudi

Photoshop, i 25 anni del fotoritocco

Immagine

Tra creatività e polemiche compie 25 anni Photoshop, il software per l’elaborazione di immagini che ha ridefinito il concetto di fotoritocco. Era il 19 febbraio 1990 quando l’azienda Adobe lanciava la versione 1.0, grazie all’intuizione dei fratelli Thomas e John Knoll, rispettivamente studente della University of Michigan e dipendente della Industrial Light and Magic. Intuizione che ha ispirato addetti ai lavori e utenti appassionati ma anche un’app popolare come Instagram. E ha talvolta scatenato polemiche per gli eccessi da fotoritocco.

Il video ‘Dream On’ celebra la ricorrenza

Una ragazza in topless che guarda una spiaggia paradisiaca: questa la prima immagine ritoccata, nel 1988, da John Koll, diventata poi l’icona dell’innovazione tecnologica. “Era un’immagine perfetta per fare delle dimostrazioni”, racconterà poi Knoll che aveva ritratto la fidanzata e si era esercitato su quella foto. “Adobe pensava che avremmo venduto circa 500 copie di Photoshop al mese – spiega il fratello Thomas -. Neppure nei miei sogni più belli avrei mai immaginato che tanti creativi avrebbero accolto il prodotto con tale entusiasmo. È stimolante vedere quante belle immagini riescono a creare i nostri utenti, quante carriere ha lanciato Photoshop e quanti nuovi usi le persone ne fanno in tutto il mondo”.

Photoshop vanta decine di milioni di utenti è orami alla quindicesima ‘release’ ed è diventata nel corso degli anni l’applicazione di riferimento per l’elaborazione delle immagini digitali su tutti i media: dalla carta stampata, al cinema e al web.

Ma la creatività offerta da Photoshop è stata spesso usata in maniera eccessiva da parte dei magazine, su corpi e volti di modelle e attrici, tanto che è nato un movimento culturale opposto: quello delle star schierate contro il fotoritocco. Da Cindy Crawford che di recente ha stupito tutti apparendo al naturale in un servizio fotografico a Keira Knightley che si è scagliata contro la manipolazione del suo topless.

La grande popolarità di Photoshop ha però aiutato Adobe a sostenere l’industria creativa. E per festeggiare il quarto di secolo, la società ha deciso di valorizzare 25 dei ‘visual artist’ più creativi al di sotto dei 25 anni che usano Photoshop. Gli artisti selezionati gestiranno per due settimane il profilo Instagram di Photoshop e avranno l’opportunità di mostrare le loro creazioni. Il primo sarà Fredy Santiago, artista e illustratore di 24 anni di origini messicane, che vive a Ventura California

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici e rimanere aggiornato sui nuovi articoli pubblicati.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici e rimanere aggiornato sui nuovi articoli pubblicati.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

commenta qui...