Psicosi da virus

condividi su:
4
(1)

Non c’è niente da fare l’uomo è un “cacasotto” e gli piglia la Psicosi.

Pubblicità

Il Coronavirus è di sicuro una cosa seria ma in Cina non in Italia ( soli 2 casi accertati)

Comunque se si traducono le fonti ufficiali cinesi ecco che viene fuori  che di sicuro monitorano meglio di Noi Italiani, visto che stanno sul posto, da loro c’è la Corona virus, da no c’è la Psicosi da Corona Virus.

Estratto dal sito cinese e tradotto tramite google https://ncov.dxy.cn/ncovh5/view/pneumonia?sr=1&nm=eksj&dt=20200121&pd=dxyer&from=singlemessage&isappinstalled=0

La  psicosi del cinese infetto

In paesi come l’Italia negli esercizi commerciali entrano poche persone, i ristoranti sono piuttosto vuoti e in generale si respira un’aria di crisi: nella Chinatown di Roma, all’Esquilino, si fa i conti con l’emergenza coronavirus e con la fobia per tutto ciò che è asiatico. In Via Principe Amedeo all’ingresso del mercato coperto di Piazza Vittorio è comparso un murales che invita a solidarietà e a non aver paura di contagio per il solo fatto di essere cinesi. Al centro la figura di una donna cinese, con  le fattezze di una persona molto nota nel quartiere e non solo, Sonia, proprietaria del ristorante di Via Bixio, Hang Zhou, popolare in tutta Roma e da sabato decisamente vuoto. Nell’opera di street art Sonia indossa una tuta bianca e nella vignetta c’è scritto: “c’è in giro un’epidemia di ignoranza…dobbiamo proteggerci”. In mano una scodella di riso e un cartello #JeNeSuisPaSunVirus”. L’opera è della street artist /attacchina, Laika.

Questo accade a Roma ma nelle provincie c’è ancora più paura, come se questi omini e donnine fossero gli untori della peste, ricordando un po’ gli untori descritti dal Manzoni nei  Promessi Sposi. 

Va fatto notare che in Italia ci sono solo due casi e sono stati già isolati.

A Frosinone sembra che siano stati presi a sassate degli studenti,  e in altri piccoli centri alcuni sindaci hanno imposto una quarantena di 15 giorni per cinesi che sono appena tornati dal capodanno cinese e hanno superato tutti i controlli. tutto ciò per tranquillizzare la popolazione .

Notizia ultima è che i governatori delle regioni del settentrione chiedono l’isolamento degli alunni che rientrano dalla Cina per calmare le ansie dei genitori. Senza dimenticare  una nota birra 

MI SA CHE UNO BRAVO CI SERVE….

 

La Cina, un gigante

Impatto città cinesi

La Cina ci deve fare paura per estensione, storia e cultura, per questo dovremmo avere la Psicosi. La Cina (o “Regno di mezzo”), ufficialmente Repubblica Popolare Cinese , è uno Stato situato nell’Asia orientale ed è il paese più popoloso del mondo con una popolazione di oltre 1,4 miliardi di persone.

Con una storia ultramillenaria, la Cina è una Repubblica popolare in cui il potere è esercitato dal solo Partito Comunista Cinese. Il governo ha sede nella capitale Pechino ed esercita la propria giurisdizione su ventidue province, cinque regioni autonome, quattro municipalità direttamente controllate (Pechino 北京, Tientsin 天津, Shanghai 上海 e Chongqing 重庆) e due regioni amministrative speciali 特别行政区 (Hong Kong 香港 e Macao 澳门) parzialmente autonome. La Cina rivendica la propria sovranità anche sull’isola di Formosa, che considera ufficialmente una sua provincia, sulla quale non esercita tuttavia alcun controllo diretto. L’isola è dal 1949 sotto il controllo del governo della Repubblica di Cina (Taiwan 中華民國). La complessa condizione politica di Taiwan è una delle conseguenze della guerra civile cinese che ha preceduto la fondazione della Repubblica Popolare Cinese.

Con la sua superficie di circa 9 572 900 chilometri quadrati la Cina è il quarto stato più grande del mondo per superficie. Il paesaggio della Cina è vasto e diversificato: va dalle steppe della foresta e i deserti dei Gobi e del Taklamakan nell’arido nord alle foreste subtropicali e umide del sud. L’Himalaya, il Karakoram, il Pamir e il Tian Shan sono le catene montuose che separano la Cina meridionale dall’Asia centrale. Il Fiume Azzurro (长江) e il Fiume Giallo (黄河), rispettivamente il terzo e il sesto più lunghi del mondo, scorrono dall’altopiano del Tibet verso la costa orientale densamente popolata. La costa della Cina lungo l’oceano Pacifico è lunga circa 14.500 chilometri ed è delimitata dal mare di Bohai, dal mar Giallo, dal mar Cinese Orientale e dal mar Cinese Meridionale.

Il governo e la politica economica

Dopo la sconfitta dell’Impero giapponese (大日本皇国) durante la seconda guerra mondiale la Cina fu scossa dalla guerra civile che vedeva contrapposte le forze nazionaliste del Kuomintang (国民党), il partito che allora deteneva il governo del paese, e le forze facenti capo al Partito Comunista Cinese. Nel 1949 la guerra si concluse con la sconfitta del Kuomintang e la fuga del governo nazionalista sull’isola di Formosa, nella cui capitale Taipei (台北) ha tuttora sede l’attuale Repubblica di Cina, o Taiwan. In seguito alla vittoria conseguita sul continente il 1º ottobre del 1949 a Pechino le forze comuniste guidate da Mao Zedong proclamarono ufficialmente la nascita della Repubblica Popolare Cinese.

Dopo l’introduzione di riforme economiche nel 1978 l’economia della Cina è diventata  il modello di crescita più rapido al mondo. A partire dal 2013 è la seconda economia più grande al mondo sia come PIL totale nominale, sia per parità di potere d’acquisto; è anche il più grande esportatore e importatore di merci al mondo. La Cina è ufficialmente uno Stato munito di armi nucleari e ha il più grande esercito permanente del mondo, con il secondo più grande bilancio della difesa. La Cina è membro delle Nazioni Unite dal 1971, quando ha preso il posto della Repubblica di Cina tra i seggi dei membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Cina è anche membro di numerose organizzazioni multilaterali, tra cui l’OMC, l’APEC, il BRICS, l’Organizzazione di Shanghai per la cooperazione, il BCIM e il G-20. La Cina, unanimemente riconosciuta come grande potenza dal consesso internazionale, è una potenziale superpotenza secondo un certo numero di accademici e analisti che si occupano di questioni militari, politiche ed economiche.

Una delle conseguenze della Corona Virus è la perdita in borsa del Colosso cinese.  Alimentare questa Psicosi, potrebbe essere strumentale a vantaggio di altre economie al momento messe in secondo piano grazie dal colosso cinese.

Il Coronavirus

Impatto globale oggi 04.02.2020

I coronavirus sono una vasta famiglia di virus noti per causare malattie che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

Un nuovo coronavirus (CoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo.

Seppure sia avvenuto l’isolamento del ceppo, va al più presto identificato il vaccino.

Infatti occorre curare due malattie:

1- La CoronaVirus, e debellare il contagio

2-La Psicosi del Cinese infetto

Per la seconda magari andrebbe ribadito che in Europa ci sono solo 28 casi e 2 soli casi in Italia ( due cinesi in vacanza).  Insieme a queste informazioni delle istituzioni Europee che dovrebbero essere più incisive, sarebbe bene che qualche cretino non mandasse in giro sui social  audio in cui si dice che i morti in Cina sono molti di più negli ordine di 10000, quando non siamo nemmeno arrivati a 500 , e che addirittura che Whuan c’è il coprifuoco e che la polizia spara se ti trova in giro.  Uno Bravo serve …. uno bravo… e abbiamo risolto….

Naturalmente 1- un Bravo Ricercatore infettivologo 2- un Bravissimo Psicoterapeuta!

L’ansia, la psicosi sono malattie da non sottovalutare….. e inoltre evitiamo le Fake.

Impatto Europa oggi 04.02.2020

Ti è piaciuto questo articolo?

Dagli un voto!

Voto medio 4 / 5. Conteggio voti: 1

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo!

Se hai trovato questo articolo utile...

Condividi sui social!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Faremo il possibile per migliorare!

Facci sapere qui sotto cosa non va in questo articolo:

Franca Maria Pace

Ho una vita complicata, tra informatica, arte e campagna.... ho come si dice tanti interessi.

commenta questo articolo....