RUBA 11 EURO DI GENERI DI PRIMA NECESSITÀ PER FAME: DENUNCIATO UN 50ENNE

condividi su:
0
(0)

Denunciato a piede libero per il tentato furto di generi alimentari del valore di 11 euro e pochi centesimi. Una vicenda che ha tutta l’aria di un episodio legato alla crisi, alla disoccupazione, e al fatto che molte famiglie non sanno più come sbarcare il lunario. A finire denunciato è stato un uomo sui 50 anni. Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’intervento della Volante della Polizia era stato richiesto dal personale di un supermercato di viale Porta Adige. Un esercizio non nuovo a subire episodi di taccheggio e nel quale comprensibilmente la vigilanza è alta. A quanto accertato dalla polizia non appena arrivata sul posto l’uomo avrebbe in effetti cercato di oltrepassare le casse senza pagare generi alimentari, anche di prima necessità. Per un valore complessivo della “refurtiva” comunque di 11 euro e qualche centesimo. Nonostante il modesto valore è comunque scattata la denuncia a piede libero alla Procura. Alla quale spetterà decidere la sorte del procedimento.
Qualche giorno fa un episodio simile era accaduto in Basso Polesine, dove un 65enne avrebbe cercato di non pagare due barattoli di Nutella. Il ripetersi di casi di questo tipo legittima la sensazione che, in tutto questo, la crisi abbia a che fare eccome.

Ti è piaciuto questo articolo?

Dagli un voto!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo!

Se hai trovato questo articolo utile...

Condividi sui social!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Faremo il possibile per migliorare!

Facci sapere qui sotto cosa non va in questo articolo:

Gaetano Boncuore

Sono un siciliano appassionato da anni di programmazione web, grafica e pubblicità. Creo e gestisco siti web principalmente su WP, ma anche altre piattaforme, grafiche e video pubblicitari, curando L'immagine del sito sui social. Ricerco strategie di marketing e soluzioni personalizzate per i miei clienti. Di recente mi occupo di SEO e visibilità delle aziende sui principali social network

commenta questo articolo....