Sapevi che…. in aereo si perde l’abbronzatura? Ecco il motivo!

condividi su:

interno aereo donna 619x400 194523 300x193 - Sapevi che.... in aereo si perde l’abbronzatura? Ecco il motivo!

Si tratta di una credenza molto diffusa, quella secondo la quale dopo una vacanza, tornando in aereo, l’aria acceleri la perdita dell’abbronzatura. Invece, bisogna far ricredere tutti coloro che erano fermamente convinti di questo, perché la nostra tintarella non può essere alterata a causa del microclima interno al velivolo.
Infatti, si rimane a bordo dell’aereo solo per qualche tempo, e non si riscontrano alcuni effetti sui meccanismi che mantengono la nostra pelle scura dopo la vacanza. C’è chi parla di pressione, ma sull’aereo vi è la stessa pressione che si ha tra i 1.500 e i 2.500 metri di altitudine, anche se cambiano vari fattori rispetto alla tipologia d’aereo e alle condizioni atmosferiche.

Pubblicità

Tuttavia c’è chi la pensa diversamente. Riportiamo quanto detto da rassegnastanca.it

“Per sfatare subito un falso mito diciamo che la pressione all’interno del velivolo non è un problema per la nostra pelle abbronzata. La causa della perdita dell’abbronzatura è la comune aria condizionata che è molto forte quando si è in volo: questo perché tende a seccare la pelle. Gli strati superficiali dell’epidermide sono quelli più abbronzati, ma purtroppo anche quelli “morti”. L’aria condizionata elimina l’umidità dall’aria e secca la pelle quindi le cellule superficiali si staccano più velocemente da quelle sottostanti, favorendo la “desquamazione” e quindi l’abbronzatura va via più in fretta. Il principale nemico dell`abbronzatura e` la disidratazione, la nostra pelle ha bisogno di un’idratazione costante, e sopporta al minimo una percentuale di umidità pari al 20%. L’aria condizionata nella cabina dell’aereo rende l’aria più secca, e tale percentuale si abbassa al 10%. Ovviamente l`esposizione deve essere prolungata e costante, quindi non rischiamo nulla entrando in un negozio per fare spese ma fate attenzione se lavorate in uffici o in negozi con condizionatori molto potenti perché in pericolo non c’è solo l’abbronzatura di un’estate ma anche la salute dei vostri capelli per gli stessi motivi.”

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Dagli un voto!

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo!

Se hai trovato questo articolo utile...

Condividi sui social!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Faremo il possibile per migliorare!

commenta questo articolo....