Shazam a breve riconoscerà anche gli oggetti???

condividi su:

Shazam, la società dietro l’app per dispositivi mobili che permette ai suoi 100 milioni di utenti di riconoscere la musica che ascoltano, e acquistarla in alcuni casi, si sta aggiornando per permettere di riconoscere gli oggetti, come i prodotti nei punti vendita.

“Shazam è già un verbo. Vogliamo espandere l’universo di ciò che si può fare con Shazam”, ha detto il Chief Executive Rich Riley a Reuters in occasione della fiera Mobile World Congress di Barcellona. “Il famoso pulsante blu che i nostri utenti amano rimarrà tale, ma saranno in grado di fare molto di più”, ha detto. Per finanziare l’espansione della società con sede a Londra, Shazam ha raccolto a gennaio 30 milioni di dollari da diversi miliardari non identificati e istituzioni finanziarie.

Shazam si è evoluta notevolmente dal 1999, anno in cui fu fondata, guadagnando popolarità con la sua capacità di riconoscere un brano musicale con il clic di un pulsante sul telefono. Oggi è possibile acquistare le canzoni che gli utenti riescono ad identificare, ed è possibile anche passare all’ascolto della canzone riconosciuta nei principali servizi di musica in streaming, tra cui Spotify e Deezer. Shazam è rimasta tra le prime 25 applicazioni più scaricate per anni. Ultimamente è diventato anche un luogo in cui gli inserzionisti possono investire. La prossima fase di sviluppo sarà quella di consentire agli utenti di riconoscere oggetti reali con Shazam, ha detto Riley, come ad esempio un pacchetto di cereali nel negozio di alimentari per ottenere ulteriori informazioni nutrizionali o la copertina di un DVD per comprare la colonna sonora del film. Shazam ha anche le caratteristiche di una società quotata, ha spiegato Riley, come ad esempio un marchio forte, la popolarità e le entrate, anche se la società non è ancora redditizia in quanto sta ancora cercando di crescere.

Ringrazio pianetacellulare.it

condividi su:

About hani