Collana Chiama Angeli: significato tra storia e leggenda

condividi su:
0
(0)

Oggi, vogliamo parlarvi della collana Chiama Angeli, svelarvi il suo significato tra storia e leggenda. Sicuramente vi sarà capitato di vedere questa collana al collo delle vostre amiche in gravidanza oppure a delle donne sconosciute mentre passeggiate per strada, o mentre fate delle compere per negozi o supermercati e magari avete pensato: “wow che bella!” Forse, anche senza sapere, che non è una collana come le altre: si chiama ciondolo “Chiama Angeli” (nella lingua messicana Bola Messicana) o “Richiamo degli Angeli”.

Perchè Chiama Angeli?

Il Chiama Angeli è conosciuto anche con altri nomi “Campanellino della Gravidanza”, “Collana degli angeli“, “Bola messicana” o “sfera dell’armonia”, e secondo la tradizione, si regala alle donne in attesa di un figlio perché possa proteggerne la crescita e per creare un legamento forte ed unico con il tuo bambino fin dai primi momenti di vita. Il ciondolo Richiamo degli Angeli va sempre indossato, dalle prime settimane di gestazione, ma c’è anche chi inizia ad indossarlo dalla sesta settimana quando l’udito del bambino inizia a svilupparsi, da questo momento è molto importante parlare al bambino nel grembo materno perchè la voce della madre e del padre costituirà già  un universo sonoro familiare e rassicurante durante la vita prenatale. Il neonato, infatti, poco prima della 20^ settimana di gravidanza sente alcuni rumori provenienti dall’esterno, come il battito del cuore della madre. Dopo questo periodo, inizia a sentire i rumori meno forti, ed intorno alla 30^ settimana di gravidanza è in grado di sentire i suoni provenienti dall’esterno. Infatti, il Chiama Angeli può essere uno dei primi contatti sonori con il mondo esterno e secondo la tradizione aiuta a cullare il nascituro. 

A chi si regala il Richiamo degli Angeli?

Questi ciondoli vengono regalati all’inizio della gravidanza oppure appena si viene a conoscenza del sesso del nascituro. Solitamente viene comperato dal proprio partner, dalla sorella o da una cara amica, generalmente non viene acquistato da lei stessa ma lo riceve solo in dono da qualcun altro in modo che possa indossarla per tutta la durata della gravidanza e per ricordare sempre questo magico momento e per vivere serenamente i mesi di gestazione, eliminando ansie, malumori e paure. A volte, vengono accompagnati da una dedica per le future mamme in dolce attesa che indossandolo lungo la pancia possano rilassarsi e tranquillizzarsi, permette a ciascuna di loro di vivere la propria gravidanza serenamente ed è considerato un segno di protezione per loro stesse e per la vita che portano dentro di sé. Il Chiama Angeli si può utilizzare anche dopo la nascita del bambino, riducendo la catenina diventa una collana da allattamento ed è utile per intrattenere il bambino mentre lo allattate, come distrazione durante i pasti o come sonaglio per farlo addormentare perchè il dolce suono ricorderà al piccolo il periodo della gravidanza, di quando si trovava nella pancia della sua mamma e può avere un effetto calmante sul neonato. Tutti i ciondoli, sono reali portafortuna, in grado di realizzare i propri sogni e di richiamare la protezione del proprio Angelo Custode, vi basterà indossarlo per godere delle sue sorprendenti qualità benefiche e protettrici. Non viene solo indossato dalle donne incinte, ma viene regalato anche come gesto d’amore verso un partner, una sorella o alle mamme, per quelle che già lo sono, per chi è ora in dolce attesa e per chi sogna di diventarlo presto. Questi bijoux si adattano a tutte le donne: bimbe, teenager e ragazze, perchè le varie gioiellerie propongono diverse tipologie di bijoux che si adattano alle diverse personalità e stili. Considerando che sono indossabili a qualsiasi età e sono in grado di esaltare il tuo stile sono perfetti anche per gli uomini: bimbi, ragazzi giovani, papà e nonni e potete anche personalizzarli con l’incisione di nomi, date, iniziali, sigle a vostro piacere. In ogni caso, oggi il Chiama Angeli, è un accessorio originale, regalarlo a qualcuno vuol dire augurare che tutto vada per il meglio, ricordatevi che è un simbolo di speranza e di buon augurio.

Chiama Angeli

I bijoux sono formati da una lunga catenella che può essere d’oro o d’argento, di metalli preziosi o meno oppure in cordoncino alla cui estremità pende un ciondolo a forma di pallina. Navigando online o girando tra i vari negozi, vi accorgerete che esistono diversi tipi di Chiama Angeli, colorati, grandi, minuscoli, con e senza campanellino. Gli esemplari in circolazione sono tantissimi e disponibili in ogni variante. Difatti, alla collana è appeso un ciondolo sferico liscio o variamente decorato, in base ai modelli, alcuni hanno degli ornamenti molto elaborati, altri recano dei piccoli piedi di neonato. In alcuni casi, oltre alla sfera viene impreziosito da altri ciondoli più piccoli, solitamente un cuore, una stella, quadrifogli o un animale porta fortuna, simboli di buon augurio e felicità. All’interno di questa bola in metallo è inserito un piccolo meccanismo musicale chiamato xilofono o campanellino che ad ogni movimento o quando viene scosso, facendo contatto con la pallina emette un dolce suono armonioso, delicato e rilassante e si dice che abbia il potere di richiamare l’attenzione del proprio angelo custode. Gli angeli amano tantissimo il suono di questo sonaglio ed indossandolo potrete attirare la loro attenzione, chiamarli con estrema facilità ed entrare  in connessione con loro. Si consiglia di averlo il più possibile vicino al pancione, in modo che il ciondolo, sfiorando la pancia della futura mamma emette un dolce tintinnio simile ad una ninna nanna che coccola il piccolo nel ventre a tempo di musica. Inoltre, questo dolce suono del ciondolo, viene percepito dal bambino in grembo e gli permette tramite i movimenti di sentire la presenza della mamma e di distinguere la differenza tra il giorno e la notte, così da aiutare la sua routine una volta nato. Si dice che indossando un Chiama Angeli il delicato suono della sfera, che è unico per ciascun ciondolo, ha la capacità magica di evocare l’angelo custode di chi lo indossa, proteggendolo ed accompagnandolo per ogni avvenimento della vita.

Chiama Angeli: storia o superstizione

Esistono diverse storie legate all’origine di questo oggetto, e molte sono solo superstizioni, vediamone qualcuna:

• pare che in tempi antichi, all’epoca dei Maya, regalare un piccolo sonaglio fosse considerato di buon augurio per le donne in gravidanza. Come in molte credenze popolari, sacro e profano si mischiano fino a fondersi completamente ed il Chiama Angeli assume così un altro significato. Il ciondolo è sempre un piccolo sonaglio di buon augurio per le future madri, ma diventa anche una sorta di «campanello» in grado di richiamare l’attenzione dell’angelo custode. In questo modo l’angelo, nei nove mesi di gravidanza, veglierà ed accudirà costantemente la mamma ed il suo bambino, assicurandosi che tutto vada a buon fine.
Quella dell’angelo custode è forse la storia più conosciuta riguardo al ciondolo, che proprio per quel motivo è diventato noto come Chiama Angeli. Il Chiama Angeli è un ciondolo che ci si augura porti fortuna alle future mamme, grazie alla protezione dell’angelo custode.

• Migliaia di anni fa, le persone vivevano in contatto diretto con i loro principali angeli o angeli custodi e per qualche motivo fu detto loro che dovevano smettere di vivere insieme. Salutarono le persone e spiegarono che anche se non vivevano più insieme, quando si sentivano in pericolo, soli e tristi, avrebbero dovuto semplicemente scuotere il campanello e dopo aver sentito il suono, il loro angelo custode si sarebbe precipitato vicino a loro per accompagnarli e calmarli.

• Alcuni dicono che la collana “musicale” dedicata alle donne incinte fosse originariamente usata dalla gente di Bali, in Indonesia. Per altri, sono stati i sudamericani, in particolare i messicani, ad utilizzare per primi un sonaglio come forma di protezione durante la gravidanza. E’ certamente un’usanza molto antica, che si è evoluta nel tempo e che in Occidente si è trasformata in un ciondolo d’argento legato ad una collana abbastanza lunga da posarsi tra l’ombelico ed il seno delle future mamme. Questa posizione consente al feto di ascoltare il dolce suono di un sonaglio, che segue i movimenti della madre, ed anche di evocare la protezione sulla madre e sul bambino “chiamando” gli angeli vicino a lui. Idealmente la collana rappresenta la protezione ed il benessere che la persona che la regala vorrebbe garantire alla donna ed al bambino.

La leggenda del Chiama Angeli o Richiamo degli Angeli ha oltrepassato l’oceano ed è stata ripresa in tutto il mondo dalle future mamme che portano la loro bola messicana come gioiello per stimolare i loro bambini ed iniziare a creare una connessione con loro già nei primi momenti della loro vita.

Infine, la bola messicana, potrebbe essere un ottimo gioiello da poter tramandare da madre in figlia. Molto spesso i veri angeli custodi dei figli non sono altro che le loro mamme.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Dagli un voto!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Ancora nessun voto. Lascialo tu per primo!

Se hai trovato questo articolo utile...

Condividi sui social!

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Faremo il possibile per migliorare!

Facci sapere qui sotto cosa non va in questo articolo:

Federica Zanon

Ciao a tutti sono Federica e vivo in Abruzzo, più precisamente a Giulianova in provincia di Teramo. Da qualche anno seguo il mondo delle app e dei vari metodi di guadagno online. Sono appassionata di cosmetica, testo e vendo prodotti di bellezza e cura del corpo per una famosa azienda: Avon Cosmetics S.r.l. Da poco ho iniziato a fare da "tester" ed a collaborare con altre aziende per provare i loro prodotti.

commenta questo articolo....